Maggio 25, 2018

Presidente del Partito

L’incarico di Presidente del Partito è disciplinato dall’art. 17 dello Statuto.

Il Presidente del Partito ha il compito di individuare e proporre le linee politiche, nonché di promuovere, stimolare, coordinare l’attività politica, organizzativa e divulgativa del Partito.

Il Presidente rappresenta legalmente il Partito, cura l’esecuzione delle decisioni dell’Assemblea e del Coordinamento Centrale, mantiene contatti con il Governo, con il Gruppo Consiliare e con altri organismi politici e sociali.

Il Presidente del Partito è nominato dall’Assemblea, cui risponde del suo operato, e rimane in carica per tre anni.

Per presentare la candidatura a Presidente del Partito sono richiesti almeno tre anni di iscrizione al Partito o, in alternativa, l’essere uno dei Soci Fondatori del Partito.

La carica di Presidente del Partito è incompatibile con quella di membro del Congresso di Stato e di Presidente del Gruppo Consiliare.

Il Presidente convoca almeno una volta al mese il Coordinamento Centrale e lo presiede, coordinandone l’attività.

Spetta al Presidente del Partito:

  1. promuovere la pubblicazione e la divulgazione di periodici o stampa in genere;
  2. provvedere alla formazione delle liste dei candidati per le elezioni politiche, tenuto conto delle indicazioni emerse dall’Assemblea degli Aderenti e del parere favorevole vincolante della Consulta dei Garanti;
  3. promuovere e coordinare l’azione elettorale nel Territorio e all’Estero.

La nomina dell’attuale Presidente del Partito è stata effettuata dal’Assemblea degli Aderenti in data 23 gennaio 2020.

Lorenzo Forcellini Reffi

20/06/1987

Sviluppatore Software